Macelleria Bausani Fiorenzo Monte argentario  
  Notizie     
 

Visitatori
Visitatori Correnti : 9
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 11
Ultimo iscritto : INTERPRYSA
Lista iscritti


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Eventi
<
Luglio
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 -- -- -- -- -- --

Questa settimana

 
FORMAGGI PIEMONTESI
Inserito il 18 novembre 2004 alle 21:01:00 da fiorenzo. IT - FORMAGGI

"
















Toma del Maccagno
Il Maccagno viene prodotto sulle montagne biellesi. Prende il nome dall'Alpe omonima che si trova sotto il Monte Cossarello, a nord di Biella.
E' un formaggio semimorbido prodotto con latte vaccino intero pastorizzato,
a media stagionatura.
Forma cilindrica con diametro di 18 cm ca. ed altezza di 6 cm ca. Il peso medio
è di 2.0 kg ca.
La crosta si presenta sottile, nelle forme più stagionate sono presenti
caratteristiche muffe gialle.
Pasta semimorbida con occhiatura sottile distribuita regolarmente.
Si presenta di colore bianco. Moderatamente saporita.
le forme vengono stagionate in ambienti sotterranei su scalere
di abete bianco per un periodo che può variare dai 30 ai 60 giorni.
è utilizzato come formaggio da tavola ed in cucina per la preparazione
di piatti tipici.
Ingredienti: latte, caglio, sale e fermenti lattici


Murazzano DOP
Formaggio cuneese a denominazione d'origine controllata, prodotto nella zona di Murazzano, nell'Alta Langa; è uno dei componenti più pregiati della famiglia delle Robiole piemontesi.
In origine era ottenuto da latte di pecora, oggi la versione originale è sempre più rara, poiché la legge di disciplina consente l'uso di un 40% di latte vaccino. E' prodotto in piccole forme cilindriche di 10-15 cm di diametro, pasta morbida e consistente; la crosta e molto sottile e stagionando assume un caratteristico colore rossiccio. Da questo colore sarebbe venuto il nome ""rubeola"", quindi robiola.
Il Murazzano è tipico da tavola; spesso viene servito con pepe e olio extravergine di oliva; lasciato invecchiare può essere grattugiato.
Il Murazzano Dop deve essere avvolto nella caratteristica carta triangolare con su impresso il marchio del Consorzio.

Raschera DOP
Formaggio delle montagne cuneesi, prodotto per lo più sulle Alpi Marittime attorno a Mondovì e in particolare sulle pendici dell'Alpe Raschera. E' uno dei grandi formaggi piemontesi, riconosciuto a denominazione d'origine. Si produce con il latte vaccino, con la possibilità di aggiunte di latte ovino o caprino, di una o due mungiture giornaliere, preferibilmente crudo e proveniente da animali di razza bruno - alpina o piemontese.
Il Raschera ha crosta grigio - bruna, che può presentare tracce rossastre con la stagionatura. La pasta è di colore avorio, elastica, con piccoli occhi irregolari e presenta marcati sentori di foraggio e latticello. Da giovane è formaggio quasi dolce; con la stagionatura tende leggermente al piccante.
Si presenta con forme cilindriche di 30-40 cm di diametro, o parallelepipedo di 40 cm di lato e un peso di circa 5-8 kg. Per differenziarsi dalla varietà d'alpeggio la forme sono avvolte in una carta di colore verde (gialla per la versione d'alpeggio).

Tuma d’la Paja
Nota anche come paglierina, è una tometta vaccina a pasta molle, grassa,
ad acidità naturale, caratteristica anche perchè conservata su stuoiette di paglia.
Da giovane è burrosa e a pasta bianca con sentore di latte piacevole; una volta
stagionata è a pasta gialla, fondente in bocca, un po' piccante, molto aromatica.



"

.

Letto : 4550 | Torna indietro

Commenti
1 Commento

Microsoft VBScript runtime error '800a000d'

Type mismatch

/home/includes/comments-inc.asp, line 66